Il 28 gennaio all’Ecole Nationale Supérieure d'Arts et Métiers (ENSAM) di Parigi, Katia Lupinetti, giovane ricercatrice dell’IMATI, ha ricevuto il premio Bézier.
Questo premio di tesi viene attribuito ogni anno dalla fondazione Arts et Métiers alle migliori tesi svolte presso l’ENSAM.
La tesi, svolta in cotutela con l’Università di Genova sotto la supervisione dell’IMATI-CNR di Genova, si concentra sulla caratterizzazione di modelli CAD per valutarne la similarità secondo diversi criteri.
Una giuria composta da 6 professori dell’ENSAM e 6 professionisti appartenenti al mondo industriale hanno riconosciuto non solo il contributo della ricerca svolta ma anche la rilevanza dell’impatto socio-economico della tematica trattata.
Con un tema simile, sempre sotto la supervisione di Franca Giannini e Marina Monti dell’IMATI, Katia aveva già ricevuto il riconoscimento per la migliore tesi magistrale in computer graphics nel 2014 da Eurographics Italian Chapter.
Un grande risultato che premia non solo una giovane ricercatrice, ma un istituto capace di delineare linee di ricerca innovative e formare brillanti giovani ricercatori.

 katia dettaglio katia2